Tiraggio della Canna Fumaria

Tiraggio della Canna Fumaria

Il tiraggio di una canna fumaria è la situazione nella quale si crea una depressione tale da permettere un’evacuazione dei fumi in modo naturale (senza aspiratori o ventilatori).

Il tiraggio può migliorare aumentandone l’altezza e/o la sezione. Entrambe possono essere utili, ma per motivi diversi: il rapporto esistente tra altezza e sezione della canna fumaria, viene caratterizzato dalle seguenti considerazioni: – aumentando l’altezza della canna fumaria, si aumenta il “tiraggio”.(depressione) – aumentando la sezione, invece si aumentano le “perdite di carico” (attrito).

 

Ci sono, tuttavia, dei limiti: infatti oltre una certa altezza, il restringimento della sezione non è più possibile, perché l’attrito e la dispersione termica sarebbero comunque eccessivi, così come non avrebbe senso avere una canna fumaria bassissima e più larga della superficie dell’apparecchio.

PERDITE DI CARICO PER DISPERSIONE TERMICA 

La “dispersione termica”raffredda i fumi rendendoli più densi e quindi più pesanti:

  • maggiore è l’isolamento termico delle pareti della canna fumaria, minore sarà la

           dispersione termica;

  • maggiore sarà il diametro e la lunghezza del camino, tanto maggiore sarà la

            superficie di scambio termico;

  • maggiore è la velocità dei fumi, tanto meno tempo gli stessi rimarranno all’interno

            della canna fumaria, con minore calore disperso;

  • tanto più fredda sarà la temperatura esterna, tanto maggiore sarà lo scambio termico tra l’interno e l’esterno della canna fumaria PERDITA DI CARICO PER ATTRITO: – maggiore è la rugosità della pareti interne del condotto, maggiore sarà l’attrito;

  • maggiore è la velocità dei fumi, maggiore sarà l’attrito;

  • maggiore è la lunghezza e la larghezza del condotto, maggiore sarà la perdita di carico per attrito, in quanto aumentano le rugosità che si oppongono al moto del fluido. PERDITE DI CARICO LOCALIZZATE: Le “perdite di carico localizzate”sono invece, cadute di pressione dovute ad ostacoli come curve, gomiti, valvole, diramazioni, restringimenti o allargamenti della sezione.

I cambiamenti di sezione, facilitano la formazione del moto turbolento e la conseguente crescita delle forze d’attrito che si oppongono al moto.

Il calcolo delle perdite di carico di un fluido che scorre all’interno di un condotto per l’evacuazione dei fumi, è uno dei calcoli più complessi e difficili della fisica tecnica.

In assenza di indicazioni del costruttore del caminetto o della stufa, bisogna quindi effettuare il dimensionamento del camino e del sistema di evacuazione dei fumi, secondo la UNI EN 13384 -1 (Camini- metodi di calcolo termico e fluido dinamico);

 May be easier to understand:

 

La stufa porta fuori del fumo e non riscalda bene: cosa fare?

La stufa porta fuori del fumo, non riscalda sufficientemente gli ambienti e non raggiunge la potenza massima indicata dalla casa costruttrice. Il problema è un tiraggio insufficiente della canna fumaria.

Un tiraggio insufficiente è dovuto alla scorretta installazione o dimensionamento della canna fumaria della stufa.

Per risolvere la problematica di tiraggio insufficiente è necessario:

  • verificare la presenza della feritoia verso l'esterno, necessaria alla stufa per prendere l'aria dall'esterno: la presa d'aria esterna deve essere collocata in accordo con la direzione del vento;
  • verificare che la canna fumaria non abbia tratti con pendenza inferiore ai 45°;
  • verificare che i condotti di collegamento alla stufa non abbiano tratti orizzontali, curve o sezioni con poca pendenza. La coibentazione della canna fumaria, molto spesso, risolve o riduce il problema.

Se il problema non si risolve, il tiraggio insufficiente può essere dovuto a incrostazioni di fuliggine della canna fumaria e per questo è necessario:

  • effettuare degli interventi di pulizia ordinaria;
  • controllare che la canna fumaria sia ben sigillata, in modo che non possa aspirare aria da fessure o rilasciare fumi;
  • controllare che i condotti di collegamento alla stufa non abbiano tratti orizzontali, poca pendenza o curve.

Se il problema, ancora non viene risolto, si può optare per:

  • eseguire un innalzamento della canna fumaria;
  • eseguire un intervento di inserimento di tubi in acciaio. Questo perché, può capitare che, il tiraggio insufficiente sia dovuto a una situazione di vento particolare, per cui il comignolo, non essendo abbastanza alto rispetto il colmo, non riesce ad assolvere in maniera ottimale la sua funzione.

Nel caso di vento eccessivo:

  • installare un comignolo antivento;
  • costruire una canna fumaria ex novo - nei casi limite.

Vota questa pagina

  • Si prega di lasciare un nome e l'indirizzo e-mail se vuoi essere contattato.